jump to navigation

Si può fare 12 marzo 2008

Posted by meriinga in ARGH!, Film, La scia dei ricordi, Politica.
Tags: , ,
add a comment

Veltroni ha simpaticamente scopiazzato la frasetta che Obama sfoggia dall’altro lato dell’oceano per vincere le elezioni.

Walter, mi spiace dirtelo, ma più che Barack tu mi ricordi molto, ma molto molto molto più questo qui… (altro…)

The eye – il remake 14 febbraio 2008

Posted by meriinga in Cinema, Film, remake.
Tags: , , ,
3 comments

Un’irrefrenabile voglia di remake spinge gli americani a copiare tutto ciò che all’estero fa successo.
Non importa che sia un simpatico Pozzetto-bambino o una videocassetta che se la guardi dopo sette giorni muori.
Non importa, basta che lo rifacciamo noi (dicono gli americani). Che lo rifacciamo meglio, con un budget più alto, effetti più migliori, attrici più gnocche.
E infatti ecco che come protagonista troviamo Jessica Alba (che possiamo ammirare in una scena tratta dal suddetto film).

Sydney è una giovane e brillante violinista cieca che si sottopone a trapianto di cornea. Abituandosi al senso così acquisito, viene trrorizzata da spaventosse visioni con persone morte per protagoniste. Spaventata e temendo di diventare pazza si improvviserà detective, nella speranza di scoprire a chi appartenessero gli occhi che le hanno trapiantato.

Certo, l’originale asiatico dei fratelli Pang uscito nel 2002 non è nella mia lista dei 5 film preferiti, ma non è neanche il peggiore che io abbia mai visto. Diciamo che si assesta comunque ai piani alti del mio personale gradimento.
Il film incute terrore al punto giusto, nonostante non si veda una goccia di sangue. Già dal titolo si capisce che gli occhi della ragazza sono i veri protagonisti. Gradualmente ci si immerge nel mondo in via di guarigione di Mun e con lei scopriamo come si possa “vedere senza vedere”; più riacquista la vista più difficile è per lei riconoscere i segnali del mondo esterno che percepiva e che la aiutavano a vivere nell’oscurità. Tanto la vista si acuisce quanto gli altri sensi scemano. E mentre si vanno definendo i contorni della sua nuova vita inizia a dubitare della sua sanità mentale a causa delle strane figure che solo lei vede. Questi tormentati spiriti costellano tutta la pellicola senza sosta, opprimendo Mun e noi con lei, ossessionandoci con la loro presenza.
Importanza assoluta ha la colonna sonora, senza la quale il film perderebbe gran parte del suo fascino.
Inoltre la semplicità di trama e dialoghi, che per altri film potrebbe essere un punto debole, è la forza di The Eye che riesce così a fondere lo sguardo di Mun a quello dello spettatore senza nessun tipo di condizionamento.

The Eye fa letteralmente sobbalzare dalla sedia (la mia amica Alba ha fatto un salto di una spanna nell’unica scena in cui compaiono due persone vive! :mrgreen: ), staremo a vedere se questa versione occidentale saprà pareggiare o vincere contro quella di Hong Kong.

James Bond è uno solo 31 gennaio 2008

Posted by meriinga in Divano, Film, Vip.
Tags: , ,
2 comments

Martedì sera ho riguardato Slevin.
C’è un interessante dialogo tra due dei protagonisti su chi sia il miglior interprete di James Bond.
Entrambi dicono che può essere uno soltanto l’attore che meglio impersona l’agente segreto con licenza di uccidere. Ma il dubbio che non sia lo stesso per entrambi li assale nel momento in cui devono esternare la loro preferenza. E allora li pronunciano tutti fino ad arrivare all’ultimo nome, unico e inimitabile.
Scozia forever.

Harry Potter e il fidanzamento rotto 30 gennaio 2008

Posted by meriinga in Film, Teatro, Vip.
Tags: , , , ,
22 comments

Saranno contente le karampane di Daniel Radcliffe. L’interprete del maghetto più famoso della storia è tornato single rompendo il fidanzamento con la collega Laura O’Toole che durava da due anni. Ed ora che è pure maggiorenne è entrato in possesso degli oltre 30 milioni di euro guadagnati finora. Te secca?!
La foto qui accanto è la promozionale per il famoso spettacolo teatrale “Equus” dove il giovane attore recitava completamente nudo, interprentando un ragazzo mentalmente disturbato.

Ma attenzione a non chiamarlo Harry Potter mentre siete a letto perchè la storia finirebbe all’istante. Dichiara in un’intervistaNessuna l’ha mai detto durante un momento di passione. Sarebbe la fine di tutto, le direi di sparire immediatamente“.

The Blues Brothers 18 gennaio 2008

Posted by meriinga in Bastardate, Cinema, Film.
Tags: , , , ,
4 comments

Elwood: Che piacere vederti fiorellino.
Ti prego non ucciderci! Lo sai che ti amo baby, non ti volevo lasciare, non è stata colpa mia!

Donna misteriosa: Che bugiardo schifoso! Credi di riuscire a cavartela così dopo che mi hai tradito?

Elwood: Non ti ho tradito, dico sul serio! Ero rimasto senza benzina, avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere un taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C’è stato un terremoto! Una tremenda inondazione!
LE CAVALLETTEEE!!!

Si toglie gli occhiali da sole per convincerla (unica scena in tutto il film dove uno dei due è senza occhiali) ad abbassare l’M-16 e lei si scioglie. Segue bacio appassionato con casché. Nell’estasi suprema che è propria dell’idillio dell’amore lui la lascia ignobilmente cadere nella pozzanghera, guarda il fratello e dice “Andiamo”.

 Jake (alza le spalle): E’ fatto così…

Frankenstein Jr 14 gennaio 2008

Posted by meriinga in Amici, Bingo, Film, Lavoro, Vita vissuta.
Tags: , ,
6 comments

So che ve lo stavate chiedendo tutti, è inutile negare.
Quindi vista la forte curiosità che vi induce a chiedervi le motivazioni della mia scelta, vi illustrerò l’occasione che fece la donna ladra.

Eravamo al Bingo (croce e delizia, per quanto riguarda la mia vita lavorativa) e ad un certo punto il mio superiore esclama guardando i miei orecchini: “Ma visti due così!” ora io, memore della scena che vedete qui accanto, cosa posso aver risposto? Ma ovviamente “Oh, crazie dotoreee…”
Scoppio simultaneo di risa con i maledetti compilatori di cartelle che ci intimano il silenzio. Tanto poi ovviamente siamo andati avanti praticamente tutta la sera a ricordare frasi e battute del film, fino a chiusura della sala, con conseguente birretta in quel di Treviso.

Da quel giorno sul mio cartellino non era più scritto l’intero nome da cui la volgare abbreviazione italianizzata MERI, ma Inga. Enrico, ti voglio bene davvero (e vorrei sapere dove ti sei andato a nascondere…).

Bambini prodigio 14 gennaio 2008

Posted by meriinga in Divano, Film, Televisione.
Tags: , , , , , ,
4 comments

Si parlava qui con Acrimonia di bambini che fanno il botto interpretando un film e poi te li propongono in tutte le salse e a tutte le ore.
Si parlava tra i tanti di Haley Joel Osment, che prima di fare il filmone “The sixt sense” faceva il figliolo con-palla-nel-naso di Michelle Pfeiffer in Un giorno per caso, film che ci propone George Clooney coi capelli tinti.
Nel mio zapping prenotturno da divano ho scoperto che ieri sera lo ritrasmettevano su Rete4 per la decimillesima volta.