jump to navigation

Pubblicità idiota 12 marzo 2008

Posted by meriinga in Minchiate col botto, Pubblicità.
Tags: , ,
1 comment so far

Ma che mi fa ridere come una scema ogni volta che la vedo!

I sosia di amici 18 febbraio 2008

Posted by meriinga in Divano, Media, Pubblicità, Televisione.
Tags: , , , ,
4 comments

Dopo una domenica di totale fancazzismo cosa c’è di meglio che finire guardando Amici? In realtà fanno Tigerland su Retequattro che è decisamente più interessante, ma finisce troppo tardi e lo sto registrando.
Quindi avvolta nel mio meraviglioso plaid in pile sintonizzo la tv su Canale5 con aria di Sfida per vedere se riesco a resistere fino alla fine.

Forse non se n’è accorto nemmeno lui, ma al sig. Pasqualino Maione hanno usurpato l’immagine.
Un losco figuro sta usando la sua faccia da anni e anni nelle pellicole hollywoodiane e non gli paga neanche i diritti! Il signore in questione (di cui potete vedere una riproduzione poco sotto) sfrutta l’aria da belloccio del beniamino della squadra bianca per arrivare alla vetta dell’olimpo della cinematografia. Sfortunatamente ha sbagliato strada due incroci fa.

E mentre il clone impazza per le strade di Hollywood il nostro protagonista della domenica ci trapana i timpani con gorgheggi disarticolati dal palco della sagra della mozzarella, saltando giù al centro della pista del ballo liscio e coinvolgendo nelle sue tarantolate mosse le pensionate del quartiere.
Una domanda mi si è formata in testa stasera e la faccio a voi perchè non è carino farla al salotto vuoto: ma quelle sopracciglia lì il Maione se le fai da solo oppure gliele ha imposte la produzione?

Questione di punti di vista 29 gennaio 2008

Posted by meriinga in Acquisti, La scia dei ricordi, Pubblicità, Vita vissuta.
Tags: , , ,
2 comments

Ho sempre amato questa pubblicità.
Ma io sono di parte, visto che avevo già acquistato il prodotto. Non la versione D&G, ma sempre la stessa auto.

Knorr, ti adoro! 17 gennaio 2008

Posted by meriinga in Divano, Pubblicità, Telefilm.
Tags: , , ,
6 comments

Ieri sera guardavo CSI per scoprire se Delko sarebbe morto o no, ammirando come sempre Horatio con i suoi onnipresenti occhiali da sole e la sua posa a treqquarti, oppure a quattroquinti… o forse sono cinqueottavi?
Comunque ero lì che mezza seguivo, mezza assopivo quando è partita la pubblicità.
Tra le tante noto quella della zia che fa la zuppa Vellutata Knorr alla nipotina, quella che pare pettinata con un sacchetto di gatti (la zia, non la nipotina). E mi sovviene che forse, in un passato neanche troppo lontano, la stessa pubblicità era diversa…

Oggi:
Bimba: Zia, non le mangio le verdure, sono da piccoli.
Zia: Fammi capire, le verdure sono da piccoli, tu sei grande… e se ti dessi delle verdure da grandi?
La bimba ridacchia e assaggia la brodaglia verde.
Bimba: Mmm… buone queste verdure da grandi!
Zia: Knorr, ti adoro!

Ora, se io cerco di prendere in giro in tal maniera la mia cuginetta di quasi 5 anni mi sento dire che lei è grande e questi trucchetti non funzionano e poi mi ride in faccia.
Che poi, se a un bambino gli presenti 4 litri di zuppa te la rifiuta a prescindere, a meno che non somigli all’omino della Michelin o a un’idrovora.
Questa pubblicità così strutturata non ha senso, mentre in origine era anche quasi simpatica.

Ieri:
Bimba: Zia, non le mangio le verdure.
Zia: Fammi capire, le verdure non le mangi… e se ti dessi una zuppa di coccodrillo?
La bimba ridacchia e assaggia la brodaglia verde.
Bimba: Mmm… buona la tua zuppa di coccodrillo!
Zia: Knorr, ti adoro!

Non assume un senso tutto diverso?
Mi chiedo chi e perchè abbia avuto la brillante idea di modificare la frase. Cosa pensavano, che i bambini, svelato l’inganno non avrebbero più mangiato la zuppa dicendo ai genitori “No, è come nella pubblicità, mi stai prendendo per il culo”? Oppure pensavano di offenderne la sensibilità?
Non riesco a trovare un senso a questo cambiamento.