jump to navigation

L’ultima puntata di Lost 13 febbraio 2008

Posted by meriinga in Lost.
Tags: , , , , ,
23 comments

Lunedì sera mi sono vista la fine della terza stagione di Lost.
Dopo un inizio molto lento e calmo che scivola anche nel ridicolo (come altro possiamo definire l’inutile puntata incentrata su Nikki e Paulo?) il ritmo accelera, fino ad uno strano finale.
L’ultima puntata, tutta incentrata su Jack (uno strano Jack sciatto, alcolizzato e aspirante suicida), non è caratterizzata dai flashback ai quali siamo ormai avvezzi, ma abbiamo la prima apparizione di un cosiddetto flashforward.
Quello che viene presentato a noi spettatori, mentre cerchiamo di capire se i nostri beniamini riusciranno a lasciare l’isola, è uno scorcio del futuro. Un futuro dove Jack è distrutto ma ovviamente non si sa perchè e dove Kate si può permettere si viaggiare sulla sua Volvo tranquillamente indisturbata… ma non era ricercata?

Le domande sono tantissime e come sempre le risposte arriveranno con le puntate seguenti. Forse.
Lo stampo sul quale è basata la prossima serie è appunto quello del flashforward, dove vedremo i nostri beniamini (tutti?) muoversi nel 2007, ovvero circa tre anni dopo gli avvenimenti dell’isola.
Le ipotesi si sprecano. Quello che noi vediamo come presente è in realtà il passato e i sopravvissuti sono in realtà già tornati al mondo civile? Oppure ci fanno vedere un possibile futuro che si potrebbe avverare SE i nostri lasciassero realmente l’isola?

Per una domanda ho già trovato la risposta: NE RESTERA’ SOLTANTO UNO!

E’ già sopravvissuto alla cottura sonica delle barriere attorno al campo degli altri e all’arpione sparatogli in pieno petto da Desmond.
Ma vuoi che l’abbia ucciso la sua stessa granata? No dai!

Sciopero degli sceneggiatori di Hollywood 12 febbraio 2008

Posted by meriinga in Media, Telefilm.
Tags: , , ,
add a comment

E’ finito lo sciopero degli sceneggiatori che durava a oltranza da novembre dello scorso anno.
Un tempo infinito che ha stravolto la stagione televisiva americana e che cominciava a far sentire i primi effetti anche nei palinsesti di altre nazioni.

La WGA ha annunciato di aver raggiunto un accordo di massima con AMP e con i network per il rinnovo dei contratti degli associati. La WGA sembra aver ottenuto tutto quello per cui ha lottato: per i suoi associati sarà riconosciuta una compensazione per i proventi che arrivano da internet.

Nell’attesa che questo accordo venga sottoscritto gli sceneggiatori sono tornati al lavoro. Per la gioia di tutti i telefilm-dipendenti. L’impatto dello sciopero difficilmente sarà riassorbito durante la stagione in corso. Probabile però che le grosse produzioni (CSI, Lost, House…) riusciranno a ripartire per aprile.

Speriamo bene. Restiamo in attesa, fiduciosi che tutti i sospesi possano ripartire al più presto.

Cloverfield 2 febbraio 2008

Posted by meriinga in ARGH!, Cinema, Incredibile, La scia dei ricordi, Lost, Minchiate col botto.
Tags: , , ,
21 comments

Quando bisogna dirlo, bisogna dirlo.
Quando vedi il trailer di un film dove il produttore è J.J. Abrams, lo stesso creatore di Alias e Lost, ti aspetti non dico un capolavoro assoluto ma comunque qualcosa che riesca a tenere la tua atenzione allo schermo e alla sorte dei protagonisti.
E invece questo film è “UNA CAGATA PAZZESCA!!!”

Partiamo dal mostro.
Chi parlava di un megalucertolone tipo Godzilla aveva ragione.
Chi parlava di piccoli mostriciattoli killer aveva ragione.
Il mostro è una cosa con degli arti superiori sproporzionalmente lunghi e sottili, che gli conferiscono un’andatura simile a quella di un gorilla. Non pago della mostruosità creata, JJ ha deciso che poteva osare di più. Quindi dal mostro escono (da dove non l’ho ben capito, ma non voglio indagare) dei mini Alien che attaccano e mordono e uccidono. Uno di questi ad un certo punto fa un bel succhiotto ad una dei quattro ragazzi protagonisti, che poco dopo comincia a perdere copioso sangue dagli occhi. Militari che urlano “Abbiamo un morso, abbiamo un morso!”. E poi esplode.

Parliamo della regia, che vuole essere realistica, come fosse veramente il filmino amatoriale che uno dei nostri sta girando, ma che riesce a risultare sgradevole e stomachevole dopo soli 5 minuti. Una buona media, considerando che i primi 4 minuti di film sono occupati da scritte su sfondo nero di presentazione del video come reperto n. quattrocentoerotti rinvenuto nel luogo una volta conosciuto come Central Park (sic!).

Sugli attori non oserei infierire, visto che già ci pensano da soli ad apparire ridicoli, privi di spessore e poco nella parte. Il protaginista mi sembra Candido di Voltaire, l’improvvisato cameraman che si vede un paio di volte all’inizio del film e alla fine quando muore ha la stessa faccia intelligente di uno stocafisso (o di Enrico Papi), la ragazza-che-esplode si chiama Marlena come le mele del Trentino e pare una tossica in crisi d’astinenza e la ragazza-di-colore-politically-correct gira tutto il film tra macerie e polvere e rovine coi tacchi (sic due!).

Come nei migliori film porno di infima serie, la trama è inesistente, ininfluente e di una banalità disarmante. Lui ama lei dalle medie, lei ama lui dalle medie (sic tre!), ma lui deve partire per il Giappone e quindi la tromba e poi la molla, lei va alla festa di addio con un altro, lui la caccia, lei nell’attacco del mostro rimane incastrata tra le macerie del suo appartamento e lascia a lui un messaggio in segreteria per dirglielo, lui decide di tornare indietro a salvarla e gli ultimi 3 amici rimasti decidono di aiutarlo, la trova viva ovviamente e quindi la salva, scappano a bordo di un elicottero che viene abbattuto dal mostro, escono dall’elicottero ancora vivi tutti e tre gli ultimi rimasti (mentre i militari presenti sono tutti morti), arriva il mostro si mangia il cameramen, arivano i nostri e radono al suolo Manhattan. E anche gli ultimi due muoiono, giurandosi amore eterno.
Dissolvenza in nero.
Fine.

Sono convinta che se il mostro fosse stato diverso da quella sottospecie di incrocio mal riuscito di Godzilla e Alien il film avrebbe avuto tutto un altro sapore…

Knorr, ti adoro! 17 gennaio 2008

Posted by meriinga in Divano, Pubblicità, Telefilm.
Tags: , , ,
6 comments

Ieri sera guardavo CSI per scoprire se Delko sarebbe morto o no, ammirando come sempre Horatio con i suoi onnipresenti occhiali da sole e la sua posa a treqquarti, oppure a quattroquinti… o forse sono cinqueottavi?
Comunque ero lì che mezza seguivo, mezza assopivo quando è partita la pubblicità.
Tra le tante noto quella della zia che fa la zuppa Vellutata Knorr alla nipotina, quella che pare pettinata con un sacchetto di gatti (la zia, non la nipotina). E mi sovviene che forse, in un passato neanche troppo lontano, la stessa pubblicità era diversa…

Oggi:
Bimba: Zia, non le mangio le verdure, sono da piccoli.
Zia: Fammi capire, le verdure sono da piccoli, tu sei grande… e se ti dessi delle verdure da grandi?
La bimba ridacchia e assaggia la brodaglia verde.
Bimba: Mmm… buone queste verdure da grandi!
Zia: Knorr, ti adoro!

Ora, se io cerco di prendere in giro in tal maniera la mia cuginetta di quasi 5 anni mi sento dire che lei è grande e questi trucchetti non funzionano e poi mi ride in faccia.
Che poi, se a un bambino gli presenti 4 litri di zuppa te la rifiuta a prescindere, a meno che non somigli all’omino della Michelin o a un’idrovora.
Questa pubblicità così strutturata non ha senso, mentre in origine era anche quasi simpatica.

Ieri:
Bimba: Zia, non le mangio le verdure.
Zia: Fammi capire, le verdure non le mangi… e se ti dessi una zuppa di coccodrillo?
La bimba ridacchia e assaggia la brodaglia verde.
Bimba: Mmm… buona la tua zuppa di coccodrillo!
Zia: Knorr, ti adoro!

Non assume un senso tutto diverso?
Mi chiedo chi e perchè abbia avuto la brillante idea di modificare la frase. Cosa pensavano, che i bambini, svelato l’inganno non avrebbero più mangiato la zuppa dicendo ai genitori “No, è come nella pubblicità, mi stai prendendo per il culo”? Oppure pensavano di offenderne la sensibilità?
Non riesco a trovare un senso a questo cambiamento.

Lost 14 gennaio 2008

Posted by meriinga in Incredibile, Lost, Minchiate col botto, Telefilm.
Tags: , , ,
6 comments

Va bene che Hurley è sfigato, che i numeri sono maledetti, che gli è morto il nonno, che la casa è bruciata, che il papà motociclista l’ha abbandonato, che si sia rimpinzato di merendine fino quasi a scoppiare…

… ma il meteorite sopra il locale che amazza la giornalista no dai!