jump to navigation

Si accettano scommesse 22 luglio 2008

Posted by meriinga in Minchiate col botto, Televisione, Vita vissuta.
Tags:
21 comments

Scrivevo il resoconto della mia esperienza mistica (ballare con Pupo sulle note di un lento è una cosa che difficilmente scorderò) e mi è venuto in mente che nessuno mi ha mai vista qui nel mio blog.

E quindi: come ve la immaginate la Meri?

Sono chiaramente esclusi NS, Cris e tutti coloro che hanno l’onere (più che l’onore) di sopportarmi e subire i miei interminabili sproloqui dal vivo!

Il concorso terminerà, direi un po’ troppo ovviamente, il giorno 29.07.08 alle ore 18.50, quando tutti i curiosi (anche tutto il parentado, comprese le zie/nonne/zitelle/vedove, ma loro per altri motivi…) accenderanno il televisore su Raiuno per vedere se le loro intuizioni erano esatte.

A chi si avvicinerà di più andrà in premio uno dei miei migliori sorrisi! :mrgreen: no, non questo, uno più simpatico.

Reazione a catena 2 luglio 2008

Posted by meriinga in Minchiate col botto, Televisione, Vita vissuta.
Tags: ,
6 comments

Martedì prossimo la simpatica e gggiovane (dentro) Meriinga assieme a due altrettanto simpatici e gggiovani (sempre dentro) amicici si presenterà nella hall di uno splendido albergo per sostenere un provino.

Se l’allegro gruppetto passerà il provino (ma lo passerà… cerrrto che lo passerà) dovrà andare in trasferta a Roma per partecipare al gioco dell’estate REAZIONE A CATENA.

Quindi mi raccomando, pagate tutti il canone Rai, che ho intenzione di portarmi a casa un sacco di soldi!!! 😆

Dopo questa seconda esperienza televisiva (la prima è stata all’EREDITA’ di Carlo Conti nel 2006) potrò prendere il posto del magnifico Chissenefrega come consulentA per chi vuole partecipare al quiz del momento.

Addio 30 giugno 2008

Posted by meriinga in Minchiate col botto, Vita vissuta.
8 comments

Era già da un po’ che ti stavi allontanando da me.

Nonostante i miei sforzi per tenerti con me tu mi hai abbandonata dopo anni passati insieme, senza una spiegazione. O meglio, la spiegazione c’è ma purtroppo non voglio ammettere che la colpa è soltanto mia.

Ma non mi rassegno, non voglio che questo addio sia definitivo. Ti giuro che da oggi in poi farò di tutto per riaverti… (altro…)

Corri ragazzo laggiù 5 giugno 2008

Posted by meriinga in Cartoni animati, Minchiate col botto, Vita vissuta.
Tags:
8 comments

Ore 3.48
Apro gli occhi cantando:

Corri ragazzo laggiù
vola tra i lampi di blu
Corri in aiuto di tutta la gente
dell’umanità
Corri e va per la terra
vola e va tra le stelle
tu che puoi diventare Jeeg!

Jeeg va
cuore e acciaio
Jeeg va
cuore e acciaio
cuore di un ragazzo che
senza paura sempre lotterà

Le produzioni oniriche della mia mente malata talvolta stupiscono anche me.

Magari! 28 Maggio 2008

Posted by meriinga in Amici, Minchiate col botto, Vita vissuta.
Tags: , ,
3 comments

Amica M: “….. e pensa che l’altra notte mi sono svegliata urlando per un crampo!”

Io: “Chissà poi la mattina dopo quando tuo moroso è uscito di casa i vicini… strette di mano, applausi, pacche sulla spalla…”

Amica M: “Ma no, per quello non urlo mai. Magari!!!”

Lei intendeva “Magari quella notte avessi urlato per quello” e non si è resa conto dell’inconsapevole interpretazione maliziosa che ne poteva conseguire. Ovviamente siamo scoppiati tutti a ridere.

Virginia e la dichiarazione 27 Maggio 2008

Posted by meriinga in Minchiate col botto, Virginia, Vita vissuta.
Tags: , ,
6 comments

Virginia mi abbraccia stretta: “Meriinga ti amooo, mi sono innamorata di te, SPOSIAMOCI!!!”

Io: “Tesoro, a parte la leggera confusione mentale, devo prima chiedere a mio moroso se posso sposarti.”

6 cose che non si sanno di me 29 aprile 2008

Posted by meriinga in ARGH!, Cibo, Lavoro, Minchiate col botto, Vita vissuta.
Tags: , , , , , , ,
14 comments

C’era una volta una piccola Meriinga che non aveva ricevuto nessun meme. Ma un bel giorno un Principe con evidenti problemi psicologici e uno sfrenato amore per un gruppo musicale torinese le si avvicinò rimproverandola. “Io ti avevo già passato un altro meme, (“Anch’io!” aggiunse qualcuno da dietro le quinte) ma tu non l’hai calcolato neanche per sbaglio!” allora la piccola meriigna si prodigò in mille scuse e promise di fare maggiore attenzione.
E vissero tutti felici e contenti.

Ringrazio tantissimo Ani per il meme che mi ha passato (te possino…). “Confessare 6 cose che non si sanno di me” sembra facile, ma in realtà… comunque ci proviamo, sperando che chi legge e commenta su questo blog non dica “Eh no, questo lo sapevo già quindi devi confessare qualcos’altro!”.

  1. Sono un’amante delle patatine in sacchetto. Potrebbero offrirmi una tavola imbandita di ogni bene che io andrei, puntandole come uno squalo e con la stessa voracità, sulla ciotola delle patatine. Al massimo sarei dubbiosa se vedessi anche una ciotola di pistacchi.
  2. L’esame per la patente B è stato un… cerchio. Sì, proprio un cerchio. L’esaminatore mi ha detto: “Giri a destra… sì poi lì in fondo giri a destra… ok, ancora a destra… signorina alla prossima prenda a destra… accosti, la patente è sua.” Già, sembra che fossi paraculata, vero? Eppure non lo ero. Però forse qualcuno da lassù ha mandato la dissenteria (si può dire dissenteria in un blog?) all’esaminatore bastardo che doveva esserci in origine, un bastardo che anni dopo a una mia amica ha fatto fare il parcheggio a S e poi le ha detto “Ora lo rifà, così vediamo se la prima volta è stato un colpo di fortuna”.
  3. Alle volte pisolo in ufficio. Mi consola il fatto che ogni tanto sento il mio capo russare dall’altra stanza! :mrgreen: Capita che la sera non ho preso sonno facilmente, poi a pranzo mi mangio un bel primo leggero, tipo una carbonara o il pasticcio (ah… sbav…) e quindi alle 14 riprendere a lavorare con il ritmo del mattino è dfficile. Considerando che solitamente fino alle 14.30 il telefono non squilla e di conseguenza io non ho molto lavoro si capisce facilmente perchè l’abbiocco è sempre in agguato e spesso riesce pure ad agguantarmi.
  4. Rimpiango di non aver fatto il croupier. Avevo vinto il concorso al Casinò di Venezia qualche tanti anni fa. I miei genitori e il mio moroso di allora mi convinsero che un lavoro in una compagnia di assicurazioni dal lunedì al venerdì con orario e paga fissi, senza turni e con i festivi a casa retribuiti era migliore. Meglio che andare ogni giorno al Lido a fare il corso. Meglio che lavorare ogni sera e tutte le feste. Meglio che prendere le mance! Convinta ho rinunciato, nonostante fossi tra i 200 fortunati su oltre 4000 che si erano presentati ad aver passato i test e i colloqui preliminari.
  5. Odio depilarmi. Dal più profondo del mio essere, ogni volta che devo estirparmi quegli orribili pelacci mi ribolle qualcosa dentro. Considerando anche che da buona donna mediterranea D.O.C. sono moracciona e ben fornita di peluria superflua (grazie signore graaazieee), ogni volta che lo estraggo dalla custodia il mio epilatore Philips comincia a singhiozzare e tenta in tutti i modi di nascondersi per sottrarsi alla tortura farcita di bestemmie e sudorazione abbondante a cui mi sto per sottoporre.
  6. Il mio posto nel momento della mia dipartita sarà nel girone degli accidiosi. Sono pigra, molto pigra, troppo pigra. E tutto mi viene a noia facilmente, a volte anche prima di facilmente. Purtroppo a volte mi capita anche con le persone.

Sperando di aver esaudito (e esaurito) il meme passo la palla a… rullo di tamburi… Bloblog, Jeko, Sara, Monia e al Gossipsta.

Virginia e la piastra 17 aprile 2008

Posted by meriinga in Famiglia, Incredibile, Minchiate col botto, Virginia.
Tags: ,
4 comments

La mia cuginetta Virginia ha quasi 5 anni. E’ un po’ viziata, perchè la mamma le lascia fare tutto. E se anche per una volta le dicesse di no, lei farebbe lo stesso quello che vuole.
Per questo l’altro giorno si è scottata con la piastra per capelli…

Mia mamma: “Virginia, ma cosa combini, hai la vescica sul dito. Ma la mamma non ti aveva detto di non toccare che scottava? Io sono sicura che te l’ha detto.”

Virginia: “… (ci pensa qualche secondo)… sì, ma l’ha detto troppo a bassa voce e io non ho sentito!”

Sei tarmente brutto… 19 marzo 2008

Posted by meriinga in Bastardate, Minchiate col botto.
Tags: , ,
1 comment so far

Adoro i romani quando se ne escono con certe chicche:

… che l’ostetrica quanno sei nato ‘nvece de da’ ‘no schiaffo a tte lìha dato a tu’ madre!

… che si te vede el Papa vota pe’ l’abborto!

Ma quella è ‘a tu’ ragazza o è una che sta a fa’ volontariato?

Ancora sui japs 18 marzo 2008

Posted by meriinga in Lavoro Extra, Minchiate col botto, Vita vissuta.
Tags: , ,
3 comments

Ieri sera gruppo di 57 japanese.

La simpatica signora accompagnatrice, alta quanto un rotolo Scottex e vestita di mille colori diversi tra cui spiccavano il giacchettino arancione fosforescente e le Crocs tarocche lilla, ha simpaticamente benpensato di trascrivere il costo delle bibite su un bel foglio A4 fotocopiato e distribuito equamente sui 6 tavoli previsti così da evitare a noi cameriere di fermarci a ogni tavolo e rispiegare tutto a tutti.

Solo che si è simpaticamente scordata che se noi cameriere di cittadinanza italiana non parliamo giapponese, forse non lo sappiamo neanche leggere!!!